Durante l’Ubuntu Developer Summit, cioè UDS 14.11, tra i moltissimi temi trattati, si è parlato anche di quello che sarà futuro della release Ubuntu nella versione a 32bit. Quanto segue sicuramente non farà felice moltissimi utenti.

ubunt 64bit

Per chi ha seguito l’ambiente e la comunità di sviluppatori di Ubuntu, sa tempo che si vociferava della rimozione di Ubuntu a 32bit, per concentrare tutti gli sforzi e l’attenzione sulla release Ubuntu a 64bit. Per non parlare della volontà di concentrarsi ancor di più sullo supporto per l’architettura ARM e alla release mobile di Ubuntu, cioè Ubuntu Touch.

Ecco che durante l’UDS 14.11 Shuttlewort ha informato il pubblico e gli utilizzatori della distro GNU/Linux, che fino all’aprile del del 2016, le versione di Ubuntu a 32 bit sarà garantita da li in poi non vi sarà più supporto e nessuna garanzia.

Quindi, se avete un PC con architettura a 32bit dovete pensare che dalla release Ubuntu 16.04 LTS non sarà più compatibile per la vostra macchina, ma solo per le macchine con architettura a 64bit e non più per quelle a 32bit.

La Canonical, in questo periodo di un anno e mezzo, si è proposta di fare una migrazione morbida e senza creare feriti.

Concludo questo piccolo post con alcune domande:

  • Voi cosa ne pensate di questa scelta?
  • Utilizzate già da tempo Ubuntu a 64bit?
  • Per mantenere lo stesso Pc, pensate di cambiare distro GNU/Linux?