In questo articolo vedremo come effettuare un Backup di Android sfruttando i comandi ADB.

Questo metodo è valido per ogni smartphone che abbia come sistema operativo Android, indipendentemente dal modello del nostro device, non è necessario inoltre avere i permessi di root e neanche il bootloader sbloccato. Vediamo quindi in dettaglio la procedura da seguire a seconda del sistema operativo installato sul nostro PC:

Installazione e configurazione ADB con Windows

  • Scarichiamo l’SDK Android Developers dal Sito Ufficiale.
  • Andiamo nella cartella di destinazione del download e estraiamo l’SDK, e rinominiamolo  “sdk“.
  • apriamo il cmd come amministratore e digitiamo:
$ cd Download
$ cd sdk
$ cd sdk
$ cd platform-tools

Fermiamoci un attimo e vediamo adesso il procedimento valido per gli altri sistemi operativi.
Con MacOS il procedimento è uguale a Windows.

Installazione e configurazione ADB con Linux (Ubuntu/Debian)

apriamo la shell/termininale e digitiamo

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

sudo apt-get install android-tools-adb

Abbiamo terminato con la configurazione iniziale, siamo pronti ad effettuare il Backup.


BACKUP

Colleghiamo il device al PC tramite l’USB, la corretta sintassi di ADB per creare un file di Backup del nostro Android è la seguente:

adb backup <opzioni> <-f nomefile.ab>

le <opzioni> disponibili per l’utente sono:

$ -apk | backup delle applicazioni e dei relativi dati.

$ -noapk        | backup delle sole applicazioni senza dati.

$ -shared       | backup della memoria esterna (microSD)

$ -noshared  | non effettua il backup della memoria esterna

$ -all   | relativo al comando -apk,  seleziona tutte le applicazioni installate nel sistema

$ -f "nomefile.ab" | nome del file di backup *.ab

Per effettuare un backup completo possiamo usare ad esempio:

$ adb backup -apk -all -f galaxyS3_backup_app_20140406.ab

ovviamente il nome del file potrete modificarlo a vostro piacimento, inoltre se utilizzate Linux date il comando “sudo -s” prima di partire.

Eseguito quindi il comando, nel device vi verra’ richiesto di accettare il backup e se volete, di impostare una password criptata.

Adb ubuntu
Backup Android con ADB – Conferma operazione

Attendiamo un pochino mentre il terminale continuerà a mostrare il messaggio “Now unlock your device and confirm backup operation” e quando il Backup sarà completato nel terminale/cmd vedrete:

root@user-#

oppure C:\User\user>

a seconda che utilizziate Windows o Linux. Il Backup è terminato, vediamo adesso come ripristinarlo sul device.

Ripristino del Backup nel Device Android

Per ripristinare il Backup basta semplicemente aprire il terminale, navigare nella cartella contenente il Backup con la funzione cd e scrivere la seguente sintassi:
$ adb restore <nomefile.ab
dove <nomefile.ab>:  è il nome del file scelto al momento del backup nel nostro esempio:
$ adb restore galaxyS3_backup_app_20140406.ab
  •  Confermare il ripristino dal telefono.
Spero vi sia piaciuta e possa esservi utile. In caso di non-ripristino non prendetevela con me please 😉