Non so esattamente da cosa dipenda, se sia esattamente colpa del sistema operativo usato o della MIUI; so però che quest’ultima non riesce a comunicare con ADB. E molto probabilmente è soltanto un bug della versione che ho installato sul mio Xiaomi Mi2, con esattezza la WIUI 4.8.29, ma comunque basata su MIUI. Tuttavia credo che a qualcuno potrebbe tornare utile, nel caso in cui dovesse leggere Device not found, nel tentativo di comunicare col proprio smartphone tramite ADB.

MIUI ADB Windows

Su Windows, nonostante io abbia usato ADB in passato (con CyanogenMod), non sono riuscito a far funzionare ADB. È bastato però scaricare questi driver Xiaomi. In realtà è un tool, per giunta in Cinese, ma – con l’installazione del software – verranno installati anche i driver e la procedura di installazione di questi sarà ultimata non appena lo smartphone verrà collegato al PC.
Quindi, in questo caso è semplice risolvere, e nonostante il software sia in Cinese, l’installazione è molto intuitiva. Non ci sarà poi alcun bisogno di avviare e utilizzare il software.

MIUI ADB Linux (e Mac)

Su Ubuntu, come su Windows (ma anche su Mac da quello che leggo in giro), provando a linkare i dispositivi tramite ADB (adb devices) e provando quindi ad avviare la shell, un messaggio ci avviserà che non è stato trovato alcun dispositivo: device not found, o semplicemente la lista vuota.
In questo caso, cioè su Linux (credo anche su Mac), non sono necessari i driver; bisogna invece aggiungere semplicemente una stringa a un file, e per farlo sono sufficienti due comandi da terminale

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

adb kill-server
echo "0x2717" > ~/.android/adb_usb.ini
adb devices

Adesso, tramite questi comandi, ADB dovrebbe vedere il vostro dispositivo! Semplice, no? 😉

Via