Da qualche mese Spotify è diventato gratuito e disponibile per tutte le piattaforme, a parte per Linux, per il quale non è stato ancora rilasciato o almeno non ufficialmente. 

Tuttavia è possibile installare Spotify su Ubuntu, anche se non è una versione definitiva e forse non lo sarà mai; l’ho provato per un po’ di tempo e sembra funzionare davvero bene, infatti si integra anche con le notifiche.

installare spotify su ubuntu

Se proviamo a scaricarlo dal sito ufficiale, ci suggerisce di scaricare la versione Windows e di usarla con Wine, altrimenti di scaricare la versione di prova (l’anteprima) tramite terminale. Ovviamente la guida si baserà su quest’ultima soluzione. Vediamo allora come scaricare e installare Spotify su Ubuntu.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

Leggi anche: Spotifiy gratis e senza limiti su Android (ROOT)

Come installare Spotify su Ubuntu

Per installare Spotify su Ubuntu, apriamo il nostro terminale e inseriamo

sudo nano /etc/apt/sources.list

per accedere alla lista dei repository, quindi alla fine inseriamo

deb http://repository.spotify.com stable non-free

e salviamo il file con Ctrl+O, quindi chiudiamo il file con Ctrl+X. In alternativa a nano potete usare il vostro editor preferito.

A questo punto bisogna convalidare la chiave pubblica, altrimenti sudo apt-get update restituirebbe il classico errore GPG, ottenuto quando la firma non è appunto verificata, quindi eseguiamo da terminale

sudo apt-key adv --keyserver hkp://keyserver.ubuntu.com:80 --recv-keys 082CCEDF94558F59

e infine digita

sudo apt-get update
sudo apt-get install spotify-client

per aggiornare i repository e quindi installare Spotify su Ubuntu.

Nota: nella guida sul sito ufficiale, la chiave suggerita per la verifica è 94558F5, la quale però non funziona. Infatti eseguendo sudo apt-get update ricevereste l’errore GPG e alla fine sarà mostrata la chiave che bisogna inserire nel comando per la verifica. Dovrebbe essere uguale a quella postata poco sopra, ma se così non fosse basta solo sostituirla con quella riportata da update.

installare spotify su Ubuntu

Adesso potete avviarlo dalla Dash o da terminale digitando semplicemente ‘Spotify‘.

Come puoi vedere, verrà aggiunta anche l’icona nella barra in alto, dalla quale sarà possibile effettuare le azioni essenziali, come pausa, play, cambiare traccia e usare le modalità casuale e ripeti, oltre ad avere informazioni sulla traccia in riproduzione.

Questa guida è utile per installare Spotify su Ubuntu, Debian e tutte le derivate.

Per rimuovere l’icona dal menu, leggi qui.