LEGGI ANCHE: Arch Linux: Installazione [GUIDA]

In questo articolo, vedremo punti di forza, personalizzazione, e le mie opinioni personali su Arch Linux, se volete sapere a chi è adatto Arch Linux?, correte a guardare la guida di installazione semplificata (link in alto)

Punti di forza di Arch Linux

1) ArchWiki e Forum

ArchWiki è una documentazione immensa, in cui trovare tips&tricks, soluzioni, suggerimenti, su ArchLinux, è una delle wiki più complete che esistano, la migliore a parer mio. Per contribuire, bisogna essere registrati alla community di ArchLinux, e CHIUNQUE può contribuire. Vai a ArchWiki(Inglese)
archwiki_home
Il forum di ArchWiki è una risorsa indispensabile per tutti gli utilizzatori di Arch, ci sono svariate categorie. Più si offre aiuto, si ottengono thanks, e più si sale di grado. Vai a ArchLinux Forum(Inglese)

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

archforum_home

2) Sistema di init: Systemd

Che cos’è un sistema di init? Un sistema di init, è un software, che viene caricato subito dopo il kernel, è normalmente incaricato di caricare i servizi di sistema e gestirli. Systemd è conosciuto per essere flessibile e veloce, ed è il più “evoluto” inieme a upstart (il sistema di init di Ubuntu). Questo sistema di init, è utilizzato anche da distribuzioni basate su Fedora/Red Hat. Debian, sta per aggiornarsi alla versione 8.0 ed è stato confermato che adotterà systemd come sistema di init.

systemd_example

Esempio di systemctl
Systemd utilizza un manager, chiamiamolo così, che avvia e interrompe i servizi, è systemctl, abbiamo già visto nel precedente articolo, come lanciare GDM di default, dopo aver avviato il kernel, il sistema di init, i servizi, i drivers.
Esempio di usage di systemctl

# systemctl enable gdm.service

in caso di errore

# systemctl enable gdm.service -f

(Ricrea un link simbolico di gdm.service in una cartella di cui non ricordo il percorso…)

# systemctl disable gdm.service

(Rimuove GDM dai servizi da lanciare in startup, si accede a una shell testuale di login /bin/bash o /bin/sh o /bin/zsh, etc…)
oppure, può essere utilizzato per abilitare i servizi

# systemctl start NetworkManager

(avvia NetworkManager)

# systemctl stop NetworkManager

(interrompe NetworkManager)

3) Pacman e Yaourt: i due package manager di ArchLinux e derivate
Pacman: è un package manager veloce (velocissimo), ai livelli di yum e apt-get, come detto prima più veloce di entrambi, con molte opzioni a disposizione. Supportato ufficialmente

pacman_remove_example

Esempio di pacman
Aggiornare completamente il sistema (repositories e pacchetti) [Syncing packages & repositories]

# pacman -Syu

Aggiornare esclusivamente i repositories [Syncing repositories]

# pacman -Sy

Scaricare/Reinstallare un pacchetto

# pacman -S nome_pacchetto

Rimuovere un determinato pacchetto/gruppo

# pacman -R nome_pacchetto

Cercare un pacchetto

$ pacman -Q nome_pacchetto

Yaourt: è un package manager molto simile a pacman (un fork?), seguito dalla community e NON ufficialmente, stessa sintassi, non richiede accesso root. Scarica e compila i pacchetti (tarball). Colorato!

Yaourt, non è installato di default in Arch Linux, va scaricato da AUR.

Esempio di Yaourt
Aggiornare completamente il sistema

$ yaourt -Syu

La sintassi è identica a quella di pacman, perciò potete seguire quanto scritto sopra o richiedere un menù di aiuto con

$ yaourt --help

Arch Linux non ha un pacchetto compresso specifico, infatti, a differenza di Debian e RedHat, che utilizzano file *.deb e *.rpm, Arch utilizza delle tarball che:

  • Contengono uno shellscript che le installa
  • Contengono un makefile, perciò devono essere compilate con l’utility make
  • Contengono un PKGBUILD, che vedremo in seguito

I repository verranno affrontati nella personalizzazione

4) AUR: Arch User Repository – il piatto forte
Che cos’è AUR?
AUR è repository, che viene gestito dalla community, dai singoli utenti, che ogni giorno caricano moltissimi pacchetti (tarball), contenenti un PKGBUILD. Ad oggi contiene più di 40000 pacchetti, e solitamente, ciò che non si trova nei repository ufficiali (extra, multilib, community, core), lo si trova in AUR. Ogni pacchetto ha un maintainer.
Vai a AUR

arch_user_repository-home

In AUR, basta eseguire una query di ciò che si vuole cercare, ad esempio, hamachi, un client VPN che non troviamo sui repository ufficiali… Sorpresa… su AUR c’è!
Oppure Google Chrome… Anche questo c’è!

Ancora? Heimdall, C’è anche lui!
Icon packs? Ce ne sono moltissime, dalle più famose come le numix a quelle meno.

Una volta scaricato… Cosa me ne faccio?
Di solito, dentro questa tarball ci troviamo un PKGBUILD, ovvero un file di testo, contente istruzioni, funzioni, insomma, quasi un linguaggio di programmazione

queste istruzioni sono leggibili a makepkg, il tool utilizzato per scaricare e installare i pacchetti da AUR. MakePKG non richiede root

makepkg_example

makepkg_installed_success

Esempio di makepkg
Scaricamento di un pacchetto (senza compilazione/installazione) [PKGBUILD è sottointeso]

$ makepkg

(nella stessa cartella in cui si trova il PKGBUILD ed eventualmente anche il file che si trova nella tarball, di solito un *.install)
Scaricamento di un pacchetto (senza compilazione/installazione) [il nome NON è PKGBUILD]

$ makepkg -p nome_file_di_testo

Scaricamento, compilazione e installazione di un pacchetto

$ makepkg -sci

[PKGBUILD sottointeso]
Scaricamento, compilazione e installazione di un pacchetto in cui il nome del file delle istruzioni non è PKGBUILD

$ makepkg -sci -p nome_file_di_testo

Et voilà, il pacchetto è stato installato, tramite pacman (makepkg compila il pacchetto attraverso specifiche funzioni e poi passa il pacchetto compilato a pacman (opzione -U, argomento: nome_del_pacchetto_compilato))

5) Mkinitcpio
Serve a creare, principalmente una ramdisk compressa (in gzip) per un determinato kernel.
Cos’è la ramdisk?
E’ il “programma” che dopo il bootloader carica gli hooks e i moduli del kernel, per quest’ultimo, che poi gli vengono passati. E’ una componente fondamentale.
Mkinitcpio è uno script Bash, seguito dalla comunità e veramente ben fatto.
E’ possibile crearsi dei presets personalizzati (un insieme di hooks, ovvero scripts e moduli del kernel) per, ad esempio, iniziallizare una ramdisk (installazione del sistema), il preset di default è linux
Il file di configurazione standard si trova in

/etc/mkinitcpio.conf

, e contiene gli hooks necessari per la creazione dell’immagine della ramdisk, non carica alcun modulo

mkinitcpio_presetmkinitcpio_generate_ramdisk_image_example

Esempi di mkinitcpio

# mkinitcpio -p linux

(se si utilizza kernel standard x.y.z-n-ARCH), “aggiorna” la ramdisk

# mkinitcpio -k moduli_del_kernel -c /etc/mkinitcpio.conf -g /boot/initramfs-moduli_del_kernel.img

-k: cartella dei moduli del kernel in /lib/modules, -c: file di configurazione da utilizzare -g: file da generare

Personalizzare la propria Arch Linux

0)Aggiornamento sistema e installazione font ttf-dejavu
Verifichiamo che il sistema sia completamente aggiornato

# pacman -Syu

Installiamo il font ttf-dejavu

# pacman -S ttf-dejavu

per una migliore visualizzazione dei caratteri.

1)Applicativi necessari
Quando riavviamo il computer per l’ennesima volta, ci ritroviamo davandi il Display Manager, quindi si effettua il login, ed ecco il Desktop Environment (nel nostro caso GNOME). Abbiamo installato un gruppo base di Gnome, mancano molti applicativi (decompressore grafico, software per la masterizzazione, gestione dei torrent, riproduzione file audio, riproduzione file video, editor di testo, visualizzatore di immagini. Tutto il resto è inutile per ora lo possiamo tralasciare), scarichiamoli da pacman [GTK+]

Firefox: web browsing

# pacman -S firefox

File-roller: decomprimere zipfile, tarballs, rar

# pacman -S file-roller

Brasero: masterizzazione CD/DVD

# pacman -S brasero

QBittorrent: client bittorrent

# pacman -S qbittorrent

Rhythmbox: riproduzione file audio

# pacman -S rhythmbox

Gedit: editor di testo GTK con supporto alle sintassi dei linguaggi di programmazione

# pacman -S gedit

Shotwell: visualizzatore di immagini

# pacman -S shotwell

VLC: lettore di file audio/video

# pacman -S vlc

2)Alternativamente è possibile scaricare tutti gli applicativi di GNOME
Scaricando tutti i pacchetti di gnome-extra, eseguendo questo comando

# pacman -S gnome-extra

3)Installazione di LibreOffice
LibreOffice è una suite d’ufficio libera e gratuita

Il pacchetto

libreoffice

contiene:
LibreOffice Calc
LibreOffice Draw
LibreOffice Writer
LibreOffice Impress

# pacman -S libreoffice

4)Installazione e configurazione di OpenVPN e OpenSSH
OpenVPN è il client ufficiale di OpenVPN, che su Linux si configura e si avvia da linea di comando.
Una VPN (Virtual Private Network) [Rete Privata Virtuale], è una rete che è chiusa a pochi computer, è una rete privata che consente di interagire più computer che sono sulla stessa rete VPN, è utilizzata per le reti aziendali, o quando, comunque si trasferiscono dati sensibili da un computer a un altro, transazioni bancarie, o per uso comune, se si vuole evitare che siti malevoli (e non) memorizzino il nostro indirizzo IP (Internet Protocol) nel database, log degli accessi.
Tornando a noi, è necessario installare da pacman il pacchetto

openvpn

eseguendo il comando:

# pacman -S openvpn

è necessario poi, un file di configurazione *.ovpn per permettere a OpenVPN di agganciarsi a un server che utilizza OpenVPN,
vi consiglio VPNBook e di scaricare questo zipfile che contiene i file *.ovpn, quindi navighiamo in ~/Scaricati e estraiamo lo zipfile con

$ unzip VPNBook.com-OpenVPN-Euro1.zip

e configuriamo openvpn

# openvpn --config vpnbook-euro1-tcp443.ovpn

quindi, inseriamo username e password che vengono fornite nel sito web di VPNBook

vpnbook

openvpnconnect

attendiamo qualche secondo, e se viene confermata la sequenza di iniziallizazione, siamo nel tunnel.
Verifichiamo che siamo effettivamente nel tunnel, da TraceMyIp

OpenSSH: il client SSH open source.
Installiamo il pacchetto

openssh

da pacman

# pacman -S openssh

che fornisce il pacchetto

ssh

. Potete consultare il nostro articolo per configurare OpenSSH e JuiceSSH

5)Installazione e configurazione di ScreenFetch
ScreenFetch è una carina utility che mostra in stdout (standard output) le caratteristiche del nostro PC, con il logo della nostra distribuzione

screenfetch

scarichiamo ScreenFetch con git
git non è installato di default in ArchLinux, quindi installiamolo con pacman

# pacman -S git

adesso, creiamo una cartella bin in ~

$ mkdir ~/bin

navighiamo nella cartella con cd

$ cd ~/bin

con git, scarichiamo la più aggiornata versione di ScreenFetch (repository su GitHub

$ git clone https://github.com/KittyKatt/screenFetch/blob/master/screenfetch-dev

quindi, git crea una cartella chiamata screenfetch-dev/

$ cd screenfetch-dev

diamo i permessi di esecuzione a screenFetch (shellscript)

$ chmod +x screenfetch-dev

verifichiamo che screenfetch-dev sia evidenziato in verde

$ ls

adesso, con nano, procediamo a aggiungere ~/bin/screenfetch-dev/ nella variabile d’ambiente

PATH

e creare una funzione bash in

~/.bashrc

per poter richiamare lo script quando vogliamo

$ nano ~/.bashrc

aggiungiamo questo blocco di codice alla fine

 
#InTheBit
#Aggiunge ~/bin/screenfetch-dev alla variabile $PATH, che definisce dove bash cerca gli eseguibili
export PATH=~/bin/screenfetch-dev/:$PATH
#funzione banner(), visualizza screenfetch...
banner(){
     echo"" #Lascia uno spazio
     # echo "Ciao, $USER" #togli il "#" all'inizio per far si che all'inizio venga visualizzato "Ciao, $USER"
     screenfetch-dev
}

#chiamata a banner()
banner #Viene eseguito prima di visualizzare il prompt, appena il terminale viene aperto

Adesso, salvate con CTRL+O e uscite con CTRL+X, per visualizzare in qualunque momento il banner, è sufficiente scrivere nel prompt “banner”, come per LinuxCleaner è possibile sincronizzare i repository, eseguendo

$ git pull

dalla directory di residenza di ScreenFetch

6)Installazione di Java JRE, Java JDK, GNU Debugger, Codeblocks, Eclipse, Android Studio, Android ADB e Fastboot, zlib, modulo dkms, linux-headers, git, Sublime text

Java è un linguaggio di programmazione ad alto livello, misto tra interpretazione/compilazione, infatti, è obbligatorio compilare il codice (output: file *.class, spesso compressi in un jarfile (*.jar) che contiene i meta-dati, il file manifest, le classi e il package), ma è anche necessario avere la JRE, ovvero la Java Runtime Environment, la Macchina Virtuale/VM/MV per eseguire file .class . Oltre a questo, andremo a installare il Java Development Kit, che comprende compilatore, debugger, librerie, ecc… per sviluppare in Java.
I pacchetti sono forniti da OpenJDK e non da Oracle.
Installiamo JRE8

# pacman -S jre8-openjdk

e JDK8

# pacman -S jdk8-openjdk

Installiamo il GNU Debugger, (ovvero gdb), necessario a codeblocks per una migliore compilazione. Il compilatore GCC viene installato di default dai pacchetti base e base-devel.
GDB funziona con C e C++, che a differenza di Java non sono a interpretazione, il bytecode (il programma compilato) viene passato direttamente alla CPU che lo legge e restituisce l’output sotto forma di audio o video.

# pacman -S gdb

CodeBlocks, IDE (Integrated Development Environment, ovvero Ambiente di Sviluppo Integrato) è un editor di testo con funzioni avanzate che aiutano lo sviluppo di un programma in C/C++, ad esempio, se definiamo una variabile, e la utilizziamo in un contesto ( ad esempio in un’istruzione printf), questo ci permette ogni volta di non riscrivere la variabile ogni volta, ma di completarla, ci aiuta con l’indentazione (all’apertura di una funzione ad esempio), ci propone progetti già preparati, la compilazione diretta, si integra con XTerm per visualizzare l’output di un programma e il codice di ritorno, e molte altre funzioni! Ne esistono tanti, ma io preferisco CodeBlocks (Code::Blocks), open source.
Installiamo Code::Blocks da pacman

# pacman -S codeblocks

Eclipse, un altro IDE che ci aiuta nello stesso modo in cui ci aiuta CodeBlocks, solamente che è specifico per Java. Supporta anche C e C++ ma preferisco CodeBlocks per questi ultimi. Utilizza ANT come debugger per Java, altamente personalizzabile(aggiunta di moduli e plugins, come lo è codeblocks)

# pacman -S eclipse

Android Studio è l’IDE predefinito per lo sviluppo di progetti Android utilizzando lo standard SDK(Java) e l’NDK (C/C++,Java), che sostituisce Eclipse in via definitiva. Android Studio è una versione modificata di IntelliJ IDE, creata appositamente da Google. Utilizza Gradle come debugger e compilatore, che sostituisce il vecchio ANT.
è possibile scaricare l’ SDK, l’ NDK e Android Studio da Android Developers

==>Android SDK
==>Android NDK
==>Android Studio

Dove si trovano gli script per lanciare Android SDK e Studio IDE?
Android SDK: “android”

android-sdk-linux/tools/android

Android Studio: “studio.sh”

android-studio/bin/studio.sh

Vi consiglio di creare uno script simile al mio:

#! /bin/sh

#Script per avviare rapidamente Android Studio e Android SDK Manager

#android-develtools
[email protected]

echo "What-to-launch?"
echo "1)Android Studio"
echo "2)Android SDK Manager"
echo -n "--> "
read CHOOSE

case $CHOOSE in
        (1)
                cd ~/bin/android-devel-tools/android-studio/bin/
                ./studio.sh;;
        (2)
                cd ~/bin/android-devel-tools/android-sdk-linux/tools
                ./android;;
        (*)
                echo "[-]Non valid option"
                exit 1;;
esac

aggiungendo il percorso di ~/bin/android-devel-tools/android-studio/bin e ~/bin/android-devel-tools/android-sdk-linux/tools alla variabile d’ambiente PATH in ~/.bashrc come per screenfetch.

Tuttavia, per il modding, per testare le nostre apps sul nostro smartphone Android sono necessari Android ADB e Android Fastboot, che possiamo installare

# pacman -S android-tools

e zlib (libreria di compressione)

# pacman -S zlib

Per installare applicativi che necessitano di aggiungere moduli al kernel è necessario installare questi due pacchetti:

# pacman -S linux-headers

e

# pacman -S dkms

Git, è un Version Control System, un sistema di controllo di versione, è molto utilizzato per grandi progetti (vedi Linux: la prossima versione è la 4.0 per leggere ulteriori informazioni su Git).

per installare il pacchetto git:

# pacman -S git

Sublime text, è un editor di testo avanzato, infatti è utilizzato come IDE per linguaggi come Python, Bash, HTML, JavaScript, PHP, CSS, SQL, ma anche C/C++ e Java (dopo dovrete fare tutto a mano per questi ultimi 3 😀 ), è presente in AUR
a questo indirizzo, vi consiglio di scaricare la tarball, per installare il pacchetto subl.

$ tar xfv sublime-text.tar.gz

Si naviga nella cartella che è stata estratta oppure, se non è stata estratta alcuna cartella, è possibile passare direttamente all’installazione con makepkg

$ makepkg -sci

(senza permessi di root)

7)Personalizzazione GNOME, conky-manager, tema numix per finestre GTK, sfondi Arch Linux, estensioni GNOME utili, icone flattr, barra della shell trasparente

GNOME è un desktop environment personalizzabile, si possono applicare temi alla shell grafica, alle finestre, si possono modificare i valori CSS della shell, è possibile modificare l’icon pack, e quant’altro.

Cominciamo con il rendere la barra di stato trasparente:

# gedit /usr/share/gnome-shell/themes/gnome-shell.css

con CTRL+F cerchiamo la stringa “Panel”
quindi, modifichiamo questo blocco di codice CSS:

 
#panel {
    background-color: black;
    font-weight: bold;
    height: 1.86em;
}

in:

#panel {
    background-color: transparent; /**Barra superiore della shell grafica trasparente (full-transparent)*/
    font-weight: bold;
    height: 1.86em;
}

si salva e si riavvia per vedere l’effetto.

statusbar

Installiamo gnome-tweak-tool:

# pacman -S gnome-tweak-tool

per personalizzare il nostro DE.

gnome-tweak-tool

Per installare il tema GTK Numix, è necessario effettuare il comando:

# pacman -S numix-themes

quindi in

gnome-tweak-tool

, sezione “Aspetto”, selezioniamo in finestra e GTK “Numix”

Scarichiamo gli sfondi Arch Linux da questo pacchetto in AUR:
quindi estraiamolo con l’utility tar o file-roller (GUI) e eseguiamo all’interno della directory dei wallpapers:

$ makepkg -sci

Utili estensioni GNOME sono:
per installare le estensioni GNOME è necessario avere firefox, quindi extensions.gnome.org chiederà di installare un plugin per rilevare e installare le estensioni GNOME. Una volta che il plugin è stato installato, basterà cliccare sullo switch ON-OFF nella pagina dell’estensione, che verrà abilitata automaticamente, in caso contrario, da gnome-tweak-tool possiamo abilitarla dalla sezione “Estensioni”.

system-monitor: mostra sulla barra di stato informazioni sulla CPU, Memoria RAM e Informazioni sulla rete.
Media Player Indicator: mostra nella sezione Rete-Audio-Alimentazione lo stato dei vari lettori musicali (Rhythmbox, Clementine ecc…)
OpenWeather: mostra il meteo attuale nella località in cui ti trovi. Utile!
NetSpeed: mostra la velocità di upload/download di una determinata interfaccia sulla barra di stato.

openweather
OpenWeather
network_monitor_ext
NetSpeed
player
Media Player Indicator
sysmonitor
system-monitor

 

ce ne sono moltissime in questa pagina, corri a scaricarle!

Conky-manager: manager grafico di conky
E’ possibile aggiungere dei widget che mostrano data, ora, informazioni su hardware, shell, hostname, utente e quant’altro nel Desktop, sono svariati, e si utilizzano con degli script che vengono gestiti da Conky-manager, che si occupa di eseguirli. (.conkyrc) I conkyrc sono dei file di testo che contengono istruzioni per conky, su come deve visualizzare il widget (colori, stili, allinamenti, ecc…),
è possibile installare Conky-manager con PKGBUILD, reperibile qui, quindi si procede all’estrazione con tar o con file-roller e all’installazione con makepkg (Conky-manager richiede alcuni pacchetti aggiuntivi)

conkym

$ makepkg -sci

Io vi consiglio di aggiungere gli script classici:

conky_seamod
Gotham
selezionando la checkbox a sinistra dello script, per modificare le impostazioni, ad esempio per la trasparenza, è necessario cliccare, non sulla checkbox, ma sulla voce dello script e cliccare su impostazioni, per impostare la trasparenza è necessario selezionare la scheda “Trasparency” e modificare Transparency type in “Trasparent”, se rimane nero, provare tutti i valori.

transparency_conkym

Invece per lo script Gotham, selezioniamo la scheda di rete che desideriamo monitorare (Upload e Download) sempre in impostazioni dello script, in network (scriviamo nel field il nome della scheda di rete che stiamo utilizzando)

poi, nelle impostazioni in alto a destra abilitiamo “Run conky at system startup” per avviare conky all’avvio del sistema.

systemstartup_conkym

è possibile reperire dalla rete altri conkyrcs, è sufficiente spostare il contenuto della cartella di conkyrc semplicemente in ~/.conky/ e verrà rilevato da Conky-Manager

Icone flattr:
Icone stile flat, dobbiamo scaricarle da AUR a questoindirizzo, quindi si estrae la tarball scaricata, e si installa il pacchetto con makepkg

$ makepkg -sci

per abilitare le icone, in gnome-tweak-tool, è necessario spostarsi in Aspetto -> Icone e selezionare flattr

Tip: Abilitiamo X [] _ (Chiudi, Massimizza e riduci a icona)
Da gnome-tweak-tool in finestra, spostiamo lo switch di Massimizzare e Minimizzare a “ON”

gnome-tweak-tool_max_min_window

Ecco il nostro semplice ma utile desktop!

desktopactivity_mainactivity_all

10)Gestire i repositories: /etc/pacman.conf e /etc/pacman.d/

Il primo è un file di configurazione di pacman, definisce l’architettura, dove si trovano i file di log(di pacman) e molto altro, ma permette anche di scegliere se utilizzare i repository testing,  multilib / multilib-testing, community-testing.

Per abilitare questi repository è sufficiente eseguire nano:

# nano /etc/pacman.conf

e decommentare, ovvero rimuovere il # all’inizio della riga del repository che si desidera abilitare.

pacmanconf

è poi necessario aggiornare la lista dei database da dove pacman andrà a pescare i pacchetti, eseguendo il comando:

# pacman -Sy

La seconda è una directory che contiene un file mirrorlist, simile a questa

##
## Arch Linux repository mirrorlist
## Sorted by mirror score from mirror status page
## Generated on 2015-02-01
##

## Score: 0.3, France
Server = http://archlinux.polymorf.fr/$repo/os/$arch
## Score: 0.4, France
Server = http://arch.tamcore.eu/$repo/os/$arch
## Score: 0.4, Germany
Server = http://mirror.js-webcoding.de/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.6, France
Server = http://mirror.bpiotrowski.pl/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.7, United States
Server = http://mirror.us.leaseweb.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.7, United Kingdom
Server = http://archlinux.mirrors.uk2.net/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, Netherlands
Server = http://ftp.nluug.nl/os/Linux/distr/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, Germany
Server = http://mirror.gnomus.de/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, Germany
Server = http://mirror.de.leaseweb.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, France
Server = http://mirror.tyborek.pl/arch/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, Netherlands
Server = http://mirror.nl.leaseweb.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.8, United Kingdom
Server = http://mirror.bytemark.co.uk/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.9, United States
Server = http://arch.localmsp.org/arch/$repo/os/$arch
## Score: 0.9, Taiwan
Server = http://ftp.tku.edu.tw/Linux/ArchLinux/$repo/os/$arch
## Score: 0.9, Germany
Server = http://mirror.fluxent.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, United States
Server = http://archlinux.surlyjake.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Poland
Server = http://arch.midov.pl/arch/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Germany
Server = http://mirrors.n-ix.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Austria
Server = http://mirror1.htu.tugraz.at/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, United States
Server = http://mirrors.acm.wpi.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Netherlands
Server = http://ftp.snt.utwente.nl/pub/os/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Netherlands
Server = http://fruk.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, Norway
Server = http://mirror.archlinux.no/$repo/os/$arch
## Score: 1.0, United Kingdom
Server = http://mirror.cinosure.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, France
Server = http://arch.nimukaito.net/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, United States
Server = http://archlinux.pallissard.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, Switzerland
Server = http://archlinux.puzzle.ch/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, Germany
Server = http://mirror.k42.ch/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, France
Server = http://mirror.lastmikoi.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, Germany
Server = http://archlinux.my-universe.com/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, United States
Server = http://mirror.umd.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, Germany
Server = http://archlinux.limun.org/$repo/os/$arch
## Score: 1.1, Denmark
Server = http://mirror.one.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, Belarus
Server = http://mirror.datacenter.by/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, Portugal
Server = http://ftp.rnl.tecnico.ulisboa.pt/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, Germany
Server = http://mirror.unitedcolo.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, Germany
Server = http://arch.packages.gnp-tec.net/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, Germany
Server = http://mirror.metalgamer.eu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.2, United States
Server = http://lug.mtu.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, United States
Server = http://mirror.rit.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Germany
Server = http://mirror.23media.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Germany
Server = http://mirrors.niyawe.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Norway
Server = http://archlinux.neuf.no/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Germany
Server = http://mirror.hactar.bz/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, France
Server = http://archlinux.mirror.pkern.at/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Denmark
Server = http://mirrors.dotsrc.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Czech Republic
Server = http://archlinux.mirror.dkm.cz/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.3, Germany
Server = http://mirror.selfnet.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.4, Italy
Server = http://archlinux.openlabto.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.4, United Kingdom
Server = http://mirrors.manchester.m247.com/arch-linux/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, Germany
Server = http://ftp5.gwdg.de/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, Australia
Server = http://mirror.aarnet.edu.au/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, Greece
Server = http://foss.aueb.gr/mirrors/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, Belgium
Server = http://archlinux.mirror.kangaroot.net/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, Croatia
Server = http://archlinux.iskon.hr/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, France
Server = http://mir.archlinux.fr/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, South Africa
Server = http://ftp.wa.co.za/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.5, United States
Server = http://mirrors.cecsresearch.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Germany
Server = http://mirror.michael-eckert.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Australia
Server = http://mirror.internode.on.net/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, United States
Server = http://mirrors.cat.pdx.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Russia
Server = http://mirror.yandex.ru/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Germany
Server = http://ftp.fau.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Canada
Server = http://archlinux.dropswitch.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.6, Sweden
Server = http://ftp.myrveln.se/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Czech Republic
Server = http://gluttony.sin.cvut.cz/arch/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Germany
Server = http://ftp.spline.inf.fu-berlin.de/mirrors/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, United States
Server = http://mirror.jmu.edu/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Hungary
Server = http://ftp.mfa.kfki.hu/pub/mirrors/ftp.archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Czech Republic
Server = http://mirror.vpsfree.cz/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Germany
Server = http://ftp.hawo.stw.uni-erlangen.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, Estonia
Server = http://ftp.eenet.ee/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, France
Server = http://archlinux.aubrac-medical.fr/$repo/os/$arch
## Score: 1.7, France
Server = http://mir.art-software.fr/arch/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, Brazil
Server = http://pet.inf.ufsc.br/mirrors/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, Japan
Server = http://ftp.tsukuba.wide.ad.jp/Linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, United States
Server = http://mirrors.aggregate.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, Luxembourg
Server = http://archlinux.mirror.root.lu/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, Latvia
Server = http://archlinux.koyanet.lv/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.8, Belarus
Server = http://ftp.byfly.by/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, Romania
Server = http://archlinux.mirrors.linux.ro/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, Germany
Server = http://archlinux.cyborg-connect.de/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, United States
Server = http://mirror.grig.io/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, United States
Server = http://mirror.cs.pitt.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, Brazil
Server = http://archlinux.c3sl.ufpr.br/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, Sweden
Server = http://ftp.lysator.liu.se/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 1.9, Australia
Server = http://ftp.swin.edu.au/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, Japan
Server = http://ftp.jaist.ac.jp/pub/Linux/ArchLinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, Canada
Server = http://mirror.csclub.uwaterloo.ca/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, China
Server = http://mirrors.zju.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, United States
Server = http://mirrors.abscission.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, Germany
Server = http://ftp.hosteurope.de/mirror/ftp.archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 2.0, United States
Server = http://mirrors.einhammr.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.1, Israel
Server = http://mirror.isoc.org.il/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.1, Germany
Server = http://mirror.netcologne.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.1, United States
Server = http://mirror.cc.columbia.edu/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.1, Macedonia
Server = http://mirror.t-home.mk/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.1, United States
Server = http://mirror.nexcess.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.2, Canada
Server = http://archlinux.mirror.rafal.ca/$repo/os/$arch
## Score: 2.3, Taiwan
Server = http://archlinux.cs.nctu.edu.tw/$repo/os/$arch
## Score: 2.3, Lithuania
Server = http://atviras.lt/veidrodziai/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, United States
Server = http://www.gtlib.gatech.edu/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, Taiwan
Server = http://shadow.ind.ntou.edu.tw/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, Vietnam
Server = http://f.archlinuxvn.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, United States
Server = http://mirror.pw/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, United States
Server = http://mirror.yellowfiber.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.4, United States
Server = http://mirrors.liquidweb.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.5, Chile
Server = http://mirror.archlinux.cl/$repo/os/$arch
## Score: 2.5, Poland
Server = http://ftp.vectranet.pl/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.6, China
Server = http://mirrors.neusoft.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.6, France
Server = http://archlinux.vi-di.fr/$repo/os/$arch
## Score: 2.6, Netherlands
Server = http://mirror.i3d.net/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.7, United States
Server = http://mirrors.advancedhosters.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.7, United States
Server = http://mirrors.xmission.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.8, Germany
Server = http://ftp.halifax.rwth-aachen.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.8, United States
Server = http://mirrors.rutgers.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.8, Indonesia
Server = http://suro.ubaya.ac.id/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.8, Sweden
Server = http://ftp.portlane.com/pub/os/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.8, Italy
Server = http://mirrors.prometeus.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.9, United States
Server = http://mirror.vtti.vt.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.9, United States
Server = http://mirrors.gigenet.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 2.9, Greece
Server = http://ftp.otenet.gr/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Bangladesh
Server = http://mirrors.ispros.com.bd/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Czech Republic
Server = http://mirror.oss.maxcdn.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Slovakia
Server = http://tux.rainside.sk/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Brazil
Server = http://www.las.ic.unicamp.br/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Singapore
Server = http://download.nus.edu.sg/mirror/arch/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Colombia
Server = http://www.laqee.unal.edu.co/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.0, Russia
Server = http://mirror.rol.ru/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.1, France
Server = http://arch.yourlabs.org/$repo/os/$arch
## Score: 3.1, South Korea
Server = http://mirror.premi.st/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.2, United States
Server = http://mirrors.kernel.org/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.4, United States
Server = http://mirror.es.its.nyu.edu/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.5, United States
Server = http://mirror.ancl.hawaii.edu/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.5, Germany
Server = http://linux.rz.rub.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.6, United States
Server = http://cosmos.cites.illinois.edu/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.6, United Kingdom
Server = http://www.mirrorservice.org/sites/ftp.archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 3.7, Colombia
Server = http://mirror.edatel.net.co/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.7, Macedonia
Server = http://arch.softver.org.mk/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.8, Australia
Server = http://mirror.rackcentral.com.au/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.9, New Caledonia
Server = http://archlinux.nautile.nc/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.9, Czech Republic
Server = http://mirrors.nic.cz/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 3.9, Germany
Server = http://ftp-stud.hs-esslingen.de/pub/Mirrors/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.1, United States
Server = http://mirror.metrocast.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.2, Netherlands
Server = http://arch.apt-get.eu/$repo/os/$arch
## Score: 4.2, Canada
Server = http://mirror.clibre.uqam.ca/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.4, France
Server = http://mirror.archlinux.ikoula.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.4, Ireland
Server = http://ftp.heanet.ie/mirrors/ftp.archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 4.5, Turkey
Server = http://ftp.linux.org.tr/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.7, Belgium
Server = http://archlinux.cu.be/$repo/os/$arch
## Score: 4.7, New Zealand
Server = http://mirror.xnet.co.nz/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.7, China
Server = http://run.hit.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.7, Philippines
Server = http://mirror.pregi.net/pub/Linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.8, Romania
Server = http://mirror.archlinux.ro/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 4.9, United Kingdom
Server = http://arch.serverspace.co.uk/arch/$repo/os/$arch
## Score: 5.0, Indonesia
Server = http://mirror.kavalinux.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 5.1, China
Server = http://mirrors.ustc.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 5.3, New Caledonia
Server = http://mirror.lagoon.nc/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 5.3, Iran
Server = http://mirror.yazd.ac.ir/arch/$repo/os/$arch
## Score: 5.4, Australia
Server = http://ftp.iinet.net.au/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 5.7, Vietnam
Server = http://mirror-fpt-telecom.fpt.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 5.8, China
Server = http://mirrors.163.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 6.1, United States
Server = http://ftp.osuosl.org/pub/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 6.1, Portugal
Server = http://archlinux.dcc.fc.up.pt/$repo/os/$arch
## Score: 6.4, India
Server = http://mirror.cse.iitk.ac.in/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 6.6, Greece
Server = http://ftp.ntua.gr/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 6.7, Ecuador
Server = http://mirror.cedia.org.ec/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 6.7, France
Server = http://archlinux.mirrors.ovh.net/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 7.0, Kazakhstan
Server = http://mirror.neolabs.kz/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 7.3, Canada
Server = http://mirror.its.dal.ca/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 7.5, China
Server = http://mirrors.hustunique.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 7.7, Spain
Server = http://sunsite.rediris.es/mirror/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 8.4, Lithuania
Server = http://archlinux.akmc.lt/$repo/os/$arch
## Score: 8.4, Singapore
Server = http://mirror.nus.edu.sg/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 9.1, Australia
Server = http://archlinux.mirror.uber.com.au/$repo/os/$arch
## Score: 10.4, India
Server = http://ftp.iitm.ac.in/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 10.6, Greece
Server = http://ftp.cc.uoc.gr/mirrors/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 11.9, Germany
Server = http://ftp.uni-hannover.de/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 12.7, Ukraine
Server = http://mirrors.nix.org.ua/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 12.7, Germany
Server = http://ftp.tu-chemnitz.de/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 12.9, France
Server = http://ftp.u-strasbg.fr/linux/distributions/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 12.9, Worldwide
Server = http://mirror.rackspace.com/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 13.0, Spain
Server = http://osl.ugr.es/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 13.1, Canada
Server = http://archlinux.mirror.vexxhost.com/$repo/os/$arch
## Score: 13.1, Poland
Server = http://mirror.chmuri.net/archmirror/$repo/os/$arch
## Score: 13.2, Germany
Server = http://ftp.uni-bayreuth.de/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 13.5, South Korea
Server = http://ftp.kaist.ac.kr/ArchLinux/$repo/os/$arch
## Score: 13.9, Serbia
Server = http://mirror.pmf.kg.ac.rs/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 14.2, Slovakia
Server = http://mirror.lnx.sk/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 21.5, Poland
Server = http://piotrkosoft.net/pub/mirrors/ftp.archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 21.6, China
Server = http://mirrors.hust.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 25.3, Germany
Server = http://artfiles.org/archlinux.org/$repo/os/$arch
## Score: 37.1, Germany
Server = http://ftp.uni-kl.de/pub/linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 39.9, Indonesia
Server = http://mirror.poliwangi.ac.id/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 45.0, Taiwan
Server = http://ftp.yzu.edu.tw/Linux/archlinux/$repo/os/$arch
## Score: 76.8, China
Server = http://mirror.bjtu.edu.cn/archlinux/$repo/os/$arch

==Fine di cat==

 

 

9) LinuxCleaner: gestire la propria distribuzione in modo semplice
Potete utilizzare il mio script per gestire al meglio la distribuzione, sempre aggiornato e con nuove funzioni, potete leggere di più su LinuxCleaner qui