Dopo il progetto Phonebloks di qualche mese fa e la recente collaborazione con Motorola, Project Ara, per realizzare il telefono del futuro, ovvero un telefono assemblabile con hardware intercambiabile, arriva anche ZTE che propone ECO-MOBIUS.

ECO-MOBIUS sarà un terminale che come Project Ara, avrà dei moduli hardware che si potranno sostituire in caso di guasto o per potenziare il dispositivo. I moduli si dividono in quattro, indipendenti tra loro: LCD, batteria, core e fotocamera. Il modulo “core” è quello che riguarda la cpu, ram, rom, gpu e altre componenti elettroniche. I moduli possono essere assemblati e rimossi facilmente a scorrimento e saranno compatibili con tutta la serie ECO-MOBIUS che avranno un design unico.

ECO-MOBIUS-moduli

Non sarà difficile trovare i componenti da cambiare, ci sarà infatti un’applicazione apposita, una sorta di market, che ci darà una lista di utenti che vendono la parte hardware che stiamo cercando. Di conseguenza, è anche possibile vendere i propri componenti.

La parte che ospita tutti i moduli è la parte anteriore, ovvero il display. Infatti comprando un display più grande, questo avrà a disposizione ulteriori spazi, utile per inserire batterie supplementari.


display-eco-mobius
Purtroppo non si sa ancora quando sarà possibile vedere questi terminali sul mercato, e chissà chi riuscirà per primo a realizzare il “telefono a blocchi”. Sarà Motorola di Big G o ZTE?



Fonte