Ieri è arrivato finalmente l’aggiornamento che tutti stavamo aspettando, l’aggiornamento che ci permette di usare WhatsApp da PC, l’aggiornamento che mi ha costretto a disconnettermi da tutti i social, perché intasati da post riguardanti questo argomento; tutti entusiasti a condividere screen e articoli di questo benedetto aggiornamento: WhatsApp arriva sul PC.

Però la curiosità c’era, quindi decido di provare l’applicazione web per PC, ma niente, nessun aggiornamento per me. Cerco su APKMirror, ma non è stata ancora caricata l’ultima versione. “Proverò in tarda serata” mi sono detto, e così è stato: ancora nessun aggiornamento sul Play Store, ma apk disponibile su APKMirror. Bene! Aggiorno, apro il browser, digito l’indirizzo da loro suggerito (web.whatsapp.com) ed ecco la prima sberla.
whatsapp pc inthebitWhatsApp Web funziona solo su Google Chrome. Se usi Firefox, Safari, Opera, per assurdo Internet Explorer o qualsiasi altro browser, devi installare Google Chrome affinché WhatsApp funzioni sul tuo PC.
Va bene che Chrome mangia sicuramente una delle fette più grandi della torta costituita da utenti che ogni giorno navigano il web, e okay che “a breve” arriverà su altri browser, ma Tu Facebook che paghi 19 miliardi di dollari per comprare WhatsApp, non potresti dare anche qualche spicciolo agli sviluppatori per garantire uno sviluppo migliore, più veloce, al passo insomma?

Uso entrambi i browser, quindi apro Chrome per vedere com’è ‘sto WhatsApp. Mi collego nuovamente all’applicazione web, il quale mi avvisa che WhatsApp deve essere aggiornata all’ultima versione e che posso accedervi puntando lo scanner QR che trovo nel menu di WhatsApp stesso (su Android, per altri OS può variare). Seconda sberla. “Il mio dispositivo deve rimanere connesso alla rete”. “E perché mai?”, mi chiedo.. ma lo scoprirò presto. Va be’ proviamolo.

Inizio a mandare messaggi; ricevo messaggi; si disconnette – forse colpa della mia rete, penso.. no: telefono connesso, PC connesso, connessione WhatsApp persa casualmente; e così via, ma poco dopo finisce quel poco di entusiasmo che era rimasto. Sento qualcosa che mi infastidisce parecchio, qualcosa che le mie orecchie fino ad adesso, chissà per quale assurdo motivo, avevano ignorato. Terza sberla: il mio smartphone sta suonando per ogni messaggio ricevuto!? Io sto chattando da Web, spesso leggo istantaneamente il messaggio, ma ricevo anche la notifica sul telefono? WhatsApp?

Tralasciando il fatto che le applicazioni web di messaggistica non mi sono mai andate giù, il mio giudizio – come si può facilmente dedurre – è negativo. Sì, è vero, graficamente non è niente male (introdotto il material design), anzi, devo dire che mi piace e le notifiche dei messaggi – con tanto di suono – non mancano (breve la durata della visualizzazione, a mio parere). Sta di fatto che gli aspetti negativi sono molti di più di quelli positivi.
Potrei pure dire che è un grande passo in avanti, ma allo stesso tempo – paradossalmente, e guardando altre app – non posso dirlo: se WhatsApp ha impiegato tutto questo tempo a raggiungere il PC Chrome (e allo stato attuale potrebbe non soddisfare l’utente), quanto tempo passerà prima che raggiunga tutti gli altri browser – o almeno quelli più utilizzati? Inoltre, esisterà mai un’applicazione vera e propria? E in questo caso, ci sarà anche su Linux?

WhatsApp sul PC, quindi, al momento non è altro che un “mirror ufficiale”, qualcosa di fattibile già in passato, con altre applicazioni: AirDroid e WhatsAir per citarne qualcuna. Migliorerà! Credo (quando non si sa). Lo dimostrano anche i rumor sulle chiamate vocali, ma momentaneamente per il sottoscritto non rimane che un mirror.

Per concludere, non vorrei perdermi facendo paragoni con altre app di messaggistica (in rete ce ne sono già abbastanza), ma bisogna dirlo: WhatsApp, per essere un’applicazione a pagamento, è molto indietro rispetto alle varie alternative. Riporto giusto questa immagine trovata su Google, che mostra le differenze tra WA e Telegram, a mio parere la migliore app IM al momento e, tra l’altro, open source.
whatsapp vs telegram inthebit