Sono trascorsi pochi giorni dall’acquisto di Whatsapp da parte di Facebook per una cifra da 16 miliardi di dollari e si pensa già alle novità da introdurre nell’applicazione di messaggistica istantanea più conosciuta e usata al mondo.

jan-koum-whatsapp-chiamate

Si pensava alla pubblicità (o così pensavamo noi), anche perché facendo due conti non è facile raggiungere la somma spesa facendo pagare solo 0,89€ annui per utente a circa più di 450 milioni di utenti attivi. Ma le novità sono ben altre, infatti si parla di chiamate vocali. Questo è ciò che è stato annunciato dal fondatore Jan Koum al Mobile World Congress (MWC) che si sta tenendo in questi giorni a Barcellona in Spagna.

L’intento è quello di implementare le chiamate vocali come nelle più comuni applicazioni, vedi Skype, ma riducendo al minimo il consumo di dati trasferiti, inoltre promette che non ci saranno grossi cambiamenti per gli utenti, quindi nessuna pubblicità sarà aggiunta! Infine l’app non sarà integrata con Facebook.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

L’integrazione delle chiamate vocali, invece, dovrebbe avvenire entro la prossima estate, e i primi sistemi operativi ‘nel mirino’ sono Android e iOS, successivamente anche Blackberry e Windows Phone.


Cosa ne pensate? Aspettavate una funzione del genere o avete già cambiato app per chattare con i vostri amici?

O addirittura non l’avete mai usata?

Fateci sapere la vostra!



Fonte: La Stampa