nel precedente articolo abbiamo sbloccato il bootloader e installato una custom recovery : vedremo ora come installare una custom ROM su Nexus 4, nello specifico la Purity ROM.

REQUISITI PER INSTALLAZIONE ROM PURITY:

  • Nexus 4
  • Bootloader sbloccato, permessi di root e custom recovery: LEGGI QUI per la guida ad N-Cry Toolkit.
  • File della ROM: PURITY
  • File delle GAPPS per installare tutte le app di Google: DOWNLOAD QUI
  • Eventuali fix e kernel da installare: in questa guida installeremo Photosphere perchè non è compreso nella ROM.  DOWNLOAD PHOTOSPHERE

ATTENZIONE: non sono responsabile di eventuali danni al vostro terminale, inoltre l’installazione di una nuova ROM provoca la perdità di tutti i vostri dati quindi è sempre consigliato effettuare un backup

INSTALLAZIONE:

  1. Trasferire tutti i file .zip necessari all’installazione all’interno di una cartella nel telefono (ad esempio cartella Download)
  2. Entrare in recovery (da telefono spento tenere premuto per un paio di secondi: VOL – | VOL+ | TASTO POWER contemporaneamente. nella schermata che ci apparirà scorriamo le varie opzioni con il bilancere del volume fino a selezionare RECOVERY)
  3. Una volta entrati in recovery facciamo in successione: WIPE data/factory reset poi wipe cache partition e infine advanced –> WIPE dalvik cache 
  4. Passiamo adesso ad installare la ROM: selezionare choose zip from sdcard, selezionare 0/ nel menu successivo e infine trovare la cartella dove abbiamo inserito i file della rom (nell’esempio cartella Download) e selezionare il file della ROM PURITY.
  5. Una volta terminata l’installazione rieseguire il punto 4 ma questa volta selezionare il file .zip delle GAPPS
  6. Rieseguire il punto 4 ma questa volta selezionare il file .zip di photosphere
  7. Abbiamo terminato l’installazione riavviare con reboot system now e attendere il primo caricamento della nuova ROM 😉

nb: la PURITY non ha i permessi di root abilitati quindi dopo la sua installazione dovremo riabilitarli.

RECENSIONE PURITY ROM

La purity è una ROM AOSP quindi una rom pure Google basata su Android 4.3: esteticamente non troviamo alcuna differenza con quella Stock, troviamo solo un paio di APP preinstallate in aggiunta a quelle di android come la torcia e DSP manager che migliora il comparto Audio del nostro Nexus 4.

LA RAM occupata all’accensione è di circa 430Mb, il che contribuisce ad avere prestazioni ottime: in questo mese di utilizzo non abbiamo mai incontrato un rallentamento o un crash di sistema, una stabilità pari alla Rom Stock.

Qui di seguito il risultato ottenuto con il benchmark Antutu

purity

 

L’autonomia è sicuramente aumentata pur non utilizzando il kernel Purified (che dovrebbe incrementare ulteriormente l’autonomia della rom): con WIFI e 3g sempre attivo, 2 Email sincronizzate, navigazione internet, google +, whatsapp e un utilizzo che con la ROM stock mi permetteva di fare 3 ore e mezza di schermo acceso in media, adesso riesco ad arrivare a  4 ore di schermo senza particolari accorgimenti, ed in alcuni casi, quando l’utilizzo si fa più parsimonioso riesco a superare le 5 ore di schermo acceso (ovviamente questi sono aspetti molto variabili, sono solo considerazioni personali)

purity purity

 

La ROM introduce la possibilità di apportare alcune modifiche grafiche, che in molti desidererebbero fossero integrate nella rom Stock, viene infatti aggiunta nelle impostazioni la sezione PURITY composta da 2 voci (System e Dark UI): con la seconda possiamo scegliere se rendere chiaro o scuro il tema del menù di android mentre la voce system permette di modificare: la statusbar, i tiles, la lock screen, le voci del power menu, la dimensione dei tasti virtuali (con la possibilità di nasconderli nella modalità desktop espando), il colore dei tasti virtuali e il loro numero e infine permette la personalizzazione della gesture per accedere a google now (ci permette di avviare altre applicazioni al posto di google now).

purity purity

 

Se desiderate una ROM Stock con la possibilità di effettuare alcune modifiche grafiche che di default non sono abilitate, con migliori prestazioni Audio e un’ autonomia migliorata la Purity Rom è sicuramente da provare.