Come avevo annunciato in un vecchio articolo, oggi è arrivato il nuovo gioco di casa Rovio, Angry Birds GO, che a differenza di tutti i precedenti capitoli, questo ricalca un po’ lo stile del vecchio Super Mario Kart. Infatti l’obiettivo del gioco non è più quello di distruggere i porcellini ma quello di batterli in sfide sui Kart.

Ho giocato qualche partita e le prime impressioni sono positive. Il gameplay non è niente male, la grafica è ben curata e il gioco abbastanza fluido. Piace anche la fisica, infatti possiamo contrastare gli avversari mandandoli fuori pista e guadagnare terreno. I livelli sono ben strutturati, ci sono varie modalità di gioco, tra cui corse a tempo, raccogliere frutta, scontri singoli e sfide con personaggi che potremo usare durante la storia una volta battuti. Sbloccando i vari personaggi, vengono sbloccati anche i nuovi tracciati che richiedono auto con prestazioni più elevate, le quali possono essere migliorate raccogliendo monete durante le gare o vincendole. 
Ogni tracciato ha le proprie modalità di gioco, ognuna divisa in più livelli. Una volta superati tutti i livelli, sblocchiamo le sfide. Queste ci daranno degli obiettivi per ottenere ancora più monete e in alcuni casi cristalli che servono per attivare i poteri speciali durante le gare.

A ogni gara effettuata, il nostro personaggio si stancherà, perdendo un punto salute su cinque disponibili. Finiti questi non sarà più possibile gareggiare se non cambiando personaggio o aspettando circa 25 minuti per rigenerare un punto. Le auto disponibili sono in tutto 7 e solo 3 sono gratuite, le altre bisogna comprarle tramite il Play Store e per dare un’idea del prezzo un auto scontata al 50% costa 9 euro. Sicuramente però sarà possibile proseguire il gioco con le auto gratis, dato che potenziando al massimo l’auto questa salirà di livello, cambiando esteticamente, aumentando di cilindrata e permettendo ulteriori modifiche.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

In conclusione il gioco è più o meno come me lo aspettavo, con la differenza che i poteri speciali non sono reperibili in pista (come pensavo) ma ognuno ha il proprio potere ed è attivabile soltanto una volta gratis o più volte consumando diamanti. Ovviamente non è in sé un gioco di corse, paragonabile a titoli come Real Racing 3, Most Wanted e simili, ma è però un bel passatempo e diverte allo stesso tempo.
Infine ci sono dei power-up in numero limitato attivabili a inizio gara, ma pare non ci sia un modo per ricaricarli o almeno io non sono riuscito a trovarlo.

angry-birds-go-partenza

Come si può vedere, nonostante il gioco sia basato sulla corsa, Rovio non ha abbandonato la fionda che hanno usato milioni di persone per distruggere fortezze e i porcellini verdi, ma l’ha implementata per dare inizio alla corsa. Per iniziare la gara dobbiamo infatti tirare indietro l’elastico della fionda e scegliere la direzione di lancio entro i classici 3 secondi del countdown e lanciare il Kart al GO. Scarica