Siete in cerca di un’alternativa alla tastiera preinstallata nel vostro dispositivo? Questo articolo fa proprio al caso vostro!

Iniziamo rispondendo alla domanda: Perché cambiare tastiera? Le risposte sono molteplici, per esempio si cerca una app alternativa perché la tastiera di sistema è troppo limitata, non ha il supporto alle sempre più usate emoji, oppure molto semplicemente non ci piace lo stile della tastiera e ne desideriamo una che si adatti al nostro.

Vediamo insieme alcuni dei candidati più adatti a svolgere questo importante compito, che possiamo scaricare direttamente dal PlayStore:

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

È la prima tastiera alternativa che ho provato e sono rimasto piacevolmente sorpreso, in primo luogo dal fatto che sia una tastiera completamente gratuita (a parte una manciata di temi e componenti aggiuntivi), ma sono rimasto sorpreso anche dal fatto che questa sia l’unica tastiera che permetta di personalizzarne il layout, mi spiego meglio: utilizzando questa tastiera potrete scegliere se usare il layout standard “qwerty” a 26 tasti, il classico tastierino telefonico con tanto di T9 oppure un terzo tipo di layout esclusivo per questa tastiera a 12 tasti in stile qwerty. Tra le altre funzioni di questa app troviamo le emoji art integrate che a mio parere sono una valida alternativa alle normali emoji e risultano anche più espressive.

Swiftkey è tra le tastiere alternative per Android più conosciute, fino a qualche mese fa era a pagamento ma ora potete scaricarla dal PlayStore gratuitamente. Perché scegliere questa tra le altre? Le caratteristiche principali che Swiftkey promette sono: predizioni contestuali e Swype preciso, e devo dire che è la verità. Attenzione però: questa tastiera è davvero golosa di RAM e dunque non è adatta a dispositivi di fascia bassa.

Fleksy è una tastiera in stile “qwerty” piuttosto particolare, molti di voi la conosceranno dato che con questa tastiera è stato vinto il Guinness World Record per la velocità di scrittura, ciò che che questa app offre è la praticità, scrivere infatti risulta immediato e la possibilità di cliccare una lettera sbagliata è ridotta al minimo dalla disposizione intelligente dei caratteri. La praticità di cui parlavo sta nel fatto che è possibile compiere alcuni gesti detti “gestures” al posto di pigiare il tasto spazio e il tasto cancella, davvero molto comodo. Fleksy costa 1,69 euro ma avrete a disposizione 30 giorni di prova per decidere se acquistarla o no.

Minuum è una tastiera che integra uno stile davvero innovativo, come vedete in foto la tastiera si riduce ad una piccola “striscia”, i tasti sono raggruppati e dunque la combinazione di lettere che premerete creerà una serie di parole basate sulle vostre abitudini. Il sistema all’inizio risulta un tantino ostico ma basta una giornata di esercizio per prenderci la mano e se proprio non ci riuscite potete sempre espandere la tastiera con una specifica gesture. Provate gratuitamente Minuum per 30 giorni e se fa al caso vostro potrete acquistarla per 1,74 euro.

google_t

La tastiera Google porta lo stile AOSP originale su tutti i dispositivi ed è adatta a chi cerca uno strumento leggero e senza fronzoli, con poche feature (tra cui le emoji integrate e il correttore automatico). A differenza di molte tastiere questa non è golosa di RAM e dunque si può usare tranquillamente su ogni device.

Quale tastiera alternativa usate voi? O magari preferite la stock? Fatecelo sapere con un commento 🙂