Qualche settimana fa ho pubblicato una guida che spiega dettagliatamente come installare Android 5.1 su VirtualBox, oggi invece voglio spiegarti come installare Remix OS su VirtualBox, poiché in rete non sono presenti molte guide.

Una semplice installazione non è sufficiente

Provando a lanciare l’ISO di Remix OS in virtuale, purtroppo, non avverrà una vera e propria installazione del sistema, ma potrai soltanto scegliere di avviare la modalità GuestResident: la prima non salverà nulla durante le nostre sessioni, quindi ogni avvio sarà come il primo; la seconda invece non funzionerà assolutamente e vedrai il logo caricare in eterno! Inoltre, potrebbe essere necessario salvare lo stato della macchina piuttosto che interromperla o spegnerla, poiché al prossimo avvio potresti ritrovare il seguente messaggio d’errore che non ti permetterà più di accedervi:

FATAL: no bootable medium found! System halted

Come-installare-Remix-OS-su-BirtualBox

File necessari per l’installazione di Remix OS in virtuale

Bene, dopo la premessa vediamo quali file sono necessari per poter creare una macchina virtuale con Remix OS funzionante al 100%. Ovviamente avrai bisogno dell’ISO di Remix OS e di VirtualBox e di seguito trovi i link per i download, inoltre sarà necessario l’immagine di una distribuzione Linux o un’immagine di Android x86. Quest’ultima è necessaria soltanto per preparare il disco virtuale, io ho usato un’immagine Android.

1. Installare Remix OS su VirtualBox: preparare la macchina

Innanzitutto scarica VirtualBox per il tuo Sistema Operativo e installalo, quindi scarica l’ISO di Android 5.1. Avvia VirtualBox e crea una nuova macchina virtuale con il nome che preferisci, per esempio Remix OS, come tipo seleziona Linux e come versione scegli Other Linux 64bit; dai alla macchina più RAM che puoi, imposta 32 GB per il disco virtuale e lascia il resto invariato. Da Impostazioni -> Schermo abilita l’accelerazione 3D ed aumenta la memoria video, mentre tramite Impostazioni -> Sistema abilita il Mouse come dispositivo di puntamento. Trovi tutti i dettagli passo-passo nella guida per installare Android 5.1 su VirtualBox.

ATTENZIONE: Prima di procedere, continua a seguire la guida linkata sopra come se dovessi installare Android 5.1 e fermati subito dopo aver formattato il disco virtuale in ext4; da questo punto in poi il disco sarà pronto, quindi la guida precedente non sarà più necessaria. Perciò non appena verrà mostrato il messaggio dell’immagine seguente, spegni la macchina e prosegui con il punto 2 di questa guida.

Android 5.1 VirtualBox

2. Come installare Remix OS

Bene, adesso che il nostro disco virtuale è pronto, possiamo passare all’installazione vera e propria di Remix OS su VirtualBox, quindi per prima cosa, smontiamo l’immagine di Android e montiamo quella di Remix OS nel seguente modo:

  • Clicca su Impostazioni
  • Spostati su Archiviazione
  • Sotto la voce Controller: IDE troverai l’ISO di Android, cliccaci su
  • A questo punto clicca sull’icona a forma di CD a destra, quindi seleziona la prima voce: Scegli un file di disco ottico virtuale
  • Adesso seleziona l’ISO di Remix OS che hai scaricato, chiudi le impostazioni e avvia la macchina

Remix-OS-Virtualbox

All’avvio avrai la scelta se avviare la Guest Mode o la Resident Mode e un countdown che avvierà in automatico la prima voce se non agirai; prima dello scadere del tempo, premi il tasto TAB, modifica le due righe aggiungendo esattamente “INSTALL=1 DEBUG=” (senza virgolette, come nell’immagine seguente) e premi Invio.

Remix OS VirtualBox

Adesso possiamo iniziare con l’installazione e per prima cosa dovrai scegliere il disco d’installazione creato poco prima, ovvero sda1

Remix OS VirtualBox

Il passo successivo chiederà se formattare o meno, scegli la prima voce, cioè di non formattare! In seguito scegli di installare GRUB come boot loader.

Android 5.1 VirtualBox

Nella videata successiva, non installare EFI GRUB 2, quindi premi Invio senza modificare, infine scegli Yes per far sì che /system venga installato come disco di lettura e scrittura.

Android 5.1 VirtualBox

Così partirà l’installazione di Remix OS che durera meno di un minuto. Al termine verrà chiesto se lanciare Android (cioè Remix OS) o se effettuare il reboot; scegli il reboot. Spegni la macchina non appena verrà mostrata nuovamente la scelta per avviare guest o resident mode. L’installazione è terminata!

Basterà cambiare il disco d’avvio per avere come boot l’installazione e non più l’immagine. Dunque, come fatto in precedenza, da archiviazione scegli Lettore host ‘E:’ e avvia la macchina.
Se tutto è andato bene, noterai GRUB, dove scegliendo la prima opzione potrai avviare Remix OS. Il primo avvio potrebbe richiedere più tempo del previsto, ma in meno di 5 minuti dovrebbe farcela. Al termine dovrai scegliere una lingua tra quelle disponibili; non è presente l’Italiano ma potrai impostarlo successivamente, quindi scegli Inglese a meno che tu non conosca il Cinese. 😉 Infine accetta i termini.

Remix OS VirtualBox

Adesso che Remix OS è stato installato correttamente su VirtualBox, manca l’ultima cosa importante: il Play Store. Remix OS è basato su Android 5.1, ma è stato sviluppato in Cina, dove non sono presenti i servizi Google. In realtà basterà installare solo quest’ultimi, perché il Play Store è già presente, ma non funzionante appunto per questa mancanza. Perciò scaricate il file tramite il link che segue, lanciatelo e cliccate su One-click to install Google Services. Dopo spostatevi nelle impostazioni delle app e cancellate i dati sia per Google Play Services che per Google Services Framework!
Bene, adesso avrete il Play Store funzionante. Se così non fosse, riavviate. 🙂

Fix Servizi Google | Download

Consiglio comunque di installare Remix OS su USB per avere maggiori prestazioni!

In alternativa puoi usare gli emulatori Android per avere Android sul PC.