E’ ormai da una settimana che la provo e oggi ho deciso di fare una breve guida all’installazione sperando di allietare la giornata a tutti i possessori dello Xiaomi Redmi Note 3: ecco a voi la prima ROM AOSP funzionante al 100%!

Perché passare ad AOSP quando la MIUI è ricca di funzioni e ha una grafica accattivante? Le risposte possono essere molto variegate, personalmente ho scelto di mettere questa ROM in primo luogo per “cambiare aria” (dato che apprezzo molto lo stile minimal delle ultime release Android), in secondo luogo perché avevo bisogno di un po’ di stabilità in più: intendiamoci, la MIUI è abbastanza stabile per l’uso quotidiano, ma a volte scovi quei bug davvero fastidiosi che ti fanno pensare “scemo io che mi sono andato a prendere un telefono dalla Cina”, nel mio caso i bug riguardavano il microfono non funzionante (si parla di bug software ovviamente), force close e random reboot.

Se anche voi sentite l’esigenza di provare questa ROM posso assicurarvi che non rimarrete delusi! Giusto per stuzzicare il modder che è dentro di voi elenco alcune tra le features più importanti:

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

  • Pura grafica AOSP su Android Lollipop 5.0.2
  • Google Apps preinstallate
  • Permessi di root abilitati
  • Suoni ottimizzati e amplificati in tutto il sistema grazie alla mod “Dolby Atmos”
  • Xposed Framework preinstallato (sarete voi a scegliere se utilizzarlo o meno)
  • ClearMotion e Miravision offerti gentilmente da Sony per poter godere a pieno titolo del nostro schermo full HD
  • Scoprirete il resto solo se la proverete 😉

Passiamo alle istruzioni per l’installazione, per voi fortunati (come me) che avete il bootloader sbloccato la procedura è la più semplice:

  1. È fondamentale, prima di procedere, effettuare un nandroid backup!
  2. Scaricare il file zip da qui
  3. Riavviare in recovery utilizzando una app dedicata, come questa (inutile ricordarvi che il requisito sono i diritti di root)
  4. Da recovery: pigiare il tasto “wipe” ed effettuare un “factory reset
  5. Tornare alla schermata principale e pigiare il tasto “install” per poi selezionare il file zip precedentemente scaricato e fare il cosiddetto “swype to install
  6. A questo punto bisogna solo attendere la fine della procedura (2/3 minuti massimo) e poi riavviare il dispositivo e godervi la “rinnovata” interfaccia!

Il primo avvio può impiegare fino a 5 minuti

Immagino che qualcuno si stia chiedendo: Posso installare questa ROM anche se ho il bootloader bloccato? La risposta è: certo che sì! La procedura cancellerà tutti i dati sul vostro dispositivo, mi accingo a illustrarvela:

  1. Armatevi di PC (meglio se equipaggiato con Win8 o superiore) e scaricate il file di installazione da qui se volete la versione con Xposed Framework o da qui se invece preferite farne a meno; nel file che andrete a scaricare ci sarà sia la ROM che il Tool da utilizzare per l’installazione, se avete letto in precedenza il nostro articolo | [GUIDA] Ripristinare ROM originale su Xiaomi Redmi Note 3 | non avrete alcun problema, in caso contrario vi invito a leggere velocemente la guida sopra citata in modo tale da procedere con più facilità.
  2. Scompattate il file zip appena scaricato in una cartella a vostra scelta e avviate l’eseguibile “sp flashtool” con i diritti di amministratore
  3. Posizionatevi sulla “download tab” e cliccate sulla voce “Download Agent“, si aprirà una schermata: da lì dovete semplicemente cercare (nella cartella SP Flash) il file denominato “DA_SWSEC.bin” e poi cliccare su “apri
  4. Siamo a buon punto, ora è il momento di cliccare sulla voce “Scatter loading“, come di consueto si aprirà una nuova finestra dalla quale dovrete recarvi nella cartella “images” (contenuta ovvimente nel file che avete scompattato in precedenza), bene: trovate il file “MT6795_Android_Scatter.txt” e apritelo!
  5. Siamo quasi pronti per l’installazione: prima di continuare dovrete togliere la spunta alla voce “Preloader” nella schermata principale, questo è un punto importante, se lo saltate correte il rischio di brickare il dispositivo, dunque a scanso di equivoci allego una schermata:photo316036755091466440
  6. Distogliamo per un attimo lo sguardo dal PC e concentriamoci sul telefono: spegniamolo
  7. Prendiamo il cavo USB e lo colleghiamo alla porta USB del PC ma non al telefono
  8. Torniamo su SP Flash e pigiamo il tasto verde “Download
  9. Premiamo (sul telefono) il tasto volume – e teniamolo premuto; mentre teniamo premuto il tasto volume – colleghiamo il cavo USB al telefono

A questo punto noteremo che qualcosa si muove sullo schermo del PC: è la progress bar di SP Flash che ci aiuta a capire se tutto sta andando per il meglio (quando la barra diventa gialla potrete smettere di tener premuto il tasto volume –). A procedura ultimata la progress bar diverrà verde e ci verrà confermato il successo dell’operazione con una “spunta” color verde: sarà quello il momento in cui potremo rimuovere il cavo USB e accendere il dispositivo.

Ovviamente anche in questo caso il primo avvio sarà più lungo del normale e potrebbe impiegare fino a 10 minuti.

Eccoci alla fine della guida! Vi lascio qualche piccola considerazione personale: la ROM è davvero molto buona e durante l’uso quotidiano regge bene lo stress (forse anche meglio della MIUI), ho apprezzato particolarmente la potenza dell’audio (sia in chiamata che non) tutta un’altra cosa rispetto alla stock; ci sono comunque dei minor bug che si notano: alcune voci delle impostazioni in inglese, ad ogni riavvio al primo sblocco non funziona il fingerprint e la barra di stato a volte lagga durante la comparsa/scomparsa, niente di insopportabile!

Lo staff di InTheBit non si assume alcuna responsabilità in caso di malfunzionamenti o perdita di dati, nella maggior parte dei casi queste operazioni sono sicure ma ricordate che ciò che fate è una vostra responsabilità 😉

Ringrazio l’utente Pocarropa che ha sviluppato la ROM e la ha messa a nostra disposizione, per ulteriori informazioni vi rimando al forum ufficiale MIUI in lingua inglese.