Creare una rete Lan fra android e PC significa poter accedere dallo smartphone a qualunque dispositivo facente parte della nostra rete domestica, in particolare a tutte le cartelle del nostro computer, è chiaro quindi che configurare questa funzionalità risulta essere molto utile in svariati casi. 

potremo trasferire file da qualunque cartella dello smartphone ad una specifica cartella del PC, questa è una funzione che ha anche AirDroid, ma in questo caso risulta essere molto più potente: infatti con airdroid il limite principale è il non poter accedere a tutte le cartelle dello smartphone (come ad esempio quelle che risiedono nella partizione root del sistema). Potremo anche accedere dal PC a tutte le cartelle dello smartphone sfruttando il protocollo FTP, senza alcun bisogno del cavetto USB, semplicemente da browser.

REQUISITI:

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

  • ES file explorer installato nello smartphone
  • un PC (utilizzerò un sistema operativo basato su LINUX per la guida, ma anche da Windows si ha lo stesso risultato)
  • Router WIFI al quale sono collegati i 2 dispositivi

Avere i permessi di ROOT attivi nel telefono è consigliato (ma non necessario!) perchè ci permetterà di accedere ad ogni cartella esistente nella partizione di android.

Scarica Es File Explorer

CONFIGURAZIONE DEL PC:

creiamo una cartella, o selezioniamone una già esistente, che vogliamo rendere accessibile dal telefono.

Se non presente, installiamo samba (abilita la condivisione di file, stampanti etc.etc.nei sistemi UNIX) inserendo nel terminale questi 2 comandi in successione:

  • sudo apt-get install samba
  • sudo apt-get install smbfs

configuriamo samba: apriamo con un editor di testo il file “/etc/samba/smb.conf”, ogni distribuzione linux ha il proprio editor di testo: io utilizzero gedit (basterà modificare il comando sostituendo gedit con il nome dell’editor presente nella propria distro)

  • sudo gedit /etc/samba/smb.conf

aggiungiamo alla fine del file di testo che si aprirà le seguenti istruzioni:

[NOME_DELLA_CARTELLA_DA_CONDIVIDERE]
path = /home/pincopallino/cartella_condivisa
(percorso nel quale si trova la cartella)
guest ok = yes 
(per abilitare l’accesso guest)
read only = no 
(se vogliamo che i file siano modificabili da chi vi accede)

non ci resta che avviare ES file explorer nel nostro smartphone (assicurandoci che sia connesso al WIFI casalingo), recarci nella sezione LAN e cliccare su “scansiona”: il programma analizzerà la rete trovando tutte le cartelle che abbiamo condiviso dal PC;

esfile

a questo punto, ES gestore file, permetterà di spostare/copiare/modificare ogni file della cartella come se fosse parte integrante della memoria del nostro smartphone.

per accedere da PC a tutte le cartelle utente del nostro telefono: apriamo il menù di ES gestore file e selezioniamo la voce “Gestore Remoto” , poi “inizia” e ci apparirà un percorso FTP che dovremo copiare/incollare nella barra di ricerca del browser del PC per vedere tutto il contenuto del nostro smartphone.

esfile

se volessimo sfruttare i permessi di root, selezioniamo in basso “impostazioni” e cambiamo il percorso visualizzato dal PC, inserendo la radice “/” avremo accesso ad ogni cartella del nostro telefono (attenzione a ciò che cancelliamo o spostiamo in questa partizione perchè può causare danni allo smartphone, non mi assumo alcuna responsabilità)

esfile