Nonostante la MIUI sia una ROM basata su android 4.1.1, offre alcune caratteristiche che non sono presenti su android. In questo articolo parliamo dei permessi delle applicazioni.

Quando andiamo a installare un’applicazione dal play store vediamo che questa richiede di usare determinate funzioni del nostro dispositivo. Ad esempio il registro delle chiamate, la lettura degli sms, la nostra posizione, etc. Alcune addirittura chiedono di ottenere anche l’ID del nostro telefono! Ovvero IMEI, IMSI, etc. Di default queste autorizzazioni vengono concesse, quindi scopriamo come negarle.
Esistono due modi. Tramite Permessi, un applicazione di sistema di MIUI, e tramite impostazioni->applicazioni.

Permessi

Questa utility è ottima perché ci consente di monitorare tutte le nostre applicazioni installate. Apriamola e troviamo tre schede

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

  • Permessi mostra due opzioni: MIUI_permessi_applicazioni
    Gestisci permessi applicazioni dove possiamo decidere se monitorare o meno le app e vedere quali applicazioni usano determinati permessi. Più precisamente vengono raggruppate in SICUREZZA dove possiamo gestire le app che richiedono: Invia SMS, Chiamata, Stato telefono Controllo chiamate e PRIVACY dove possiamo gestire le app che richiedono: SMS, Contatti, Registro chiamate, Posizione e ID Telefono. E’ quindi possibile trovare la stessa app in più schede a seconda delle autorizzazioni richieste.
    – ROOT ci consente facilmente di abilitare e disabilitare il ROOT senza bisogno di flash o programmi esterni e di gestire le applicazioni con tali permessi. Un’applicazione coi permessi di root avrà tutte le autorizzazioni concesse.
  • Applicazioni ci consente di gestire le applicazioni singolarmente e oltre ai singoli permessi troviamo due opzioni:
    – Mi fido di questa applicazione che attivandola consentirà automaticamente tutti i permessi, nessuno escluso, ma verrà comunque controllata da MIUI.
    – Permessi avvio automatico permetterà all’applicazione di avviarsi automaticamente all’avvio del terminale.
    – Dettagli, in basso, per avere informazioni specifiche sull’app, come lo stato delle notifiche e di popup, il peso dell’app e dei dati usati e la possibilità di cancellare dati e cache. Inoltre è possibile terminare l’app e disinstallarla.
  • Log ci mostra informazioni su tutte le app e sui permessi richiesti e di conseguenza se sono stati concessi o meno, in base a ciò che abbiamo scelto noi.

MIUI_log_permessi

Applicazioni (Impostazioni)

Da qui vediamo le applicazioni allo stesso modo in cui ce le mostra l’applicazione Permessi nella scheda Applicazioni, con la differenza che ci vengono già mostrati i dettagli e, in più, anche tutte le applicazioni di sistema. Inoltre anche qui sono presenti delle schede

  • Tutte mostra tutte le applicazioni utente e di sistema, è quindi possibile cambiare i permessi alle app preinstallate (a vostro rischio)
  • Scaricate mostra solo le applicazioni installate da noi
  • In uso ci mostra le app in esecuzione in background. Tappando possiamo interrompere o segnalare l’app
  • Cache mostra tutti i processi salvati nella cache. E’ possibile rimuoverli singolarmente.

Android 4.3

Con l’ultimo aggiornamento, android ha incluso la gestione dei permessi, ma è purtroppo nascosta. Per poter quindi utilizzare il gestore dei permessi, è necessario usare un launcher alternativo come Nova Launcher o Apex Launcher, tanto per citarne qualcuno.

Dopo aver installato il launcher che preferiamo, teniamo premuto sulla home per aggiungere una scorciatoia e scegliamo Attività. Adesso cerchiamo Impostazioni ed espandiamo il menu per cercare Op. App. e premiamoci sopra per aggiungerla alla home, dopodiché apriamola.
Ci troviamo adesso un gestore per tutte le applicazioni, utente e sistema, suddivisa in quattro schede: Posizione, Personali, Messaggi Dispositivo. Come per la MIUI quindi troviamo le applicazioni suddivise in base ai permessi che richiedono, è quindi possibile trovare la stessa app in più schede.

NOTA: E’ importante saper gestire i permessi. Aver la possibilità di cambiare le autorizzazioni a un’app non significa dover negare tutto. Per esempio se negassimo l’uso del gps a un navigatore o l’accesso agli sms e al registro a un Launcher, questi non funzioneranno!