State iniziando ad utilizzare la vostra bici seriamente per muovervi in lungo e in largo e avete bisogno di un navigatore? Sì, lo so, alcuni di voi inizieranno a borbottare che andare in bici dovrebbe valorizzare proprio un approccio più diretto con la natura e quindi l’idea di dover utilizzare un altro aggeggio elettronico anche durante la pedalata, non vi va molto a genio. Ma esistono diversi tipi di Gps, ognuno con funzionalità diverse, e i vantaggi o i benefici che possono apportare sono tanti. Andiamo a vedere quali.

Tipologie di Gps.

Ne esistono principalmente due tipi:

  • navigatori stradali
  • navigatori portatili

Le principali differenze tra i due sono che i primi hanno l’obiettivo di guidarci verso un determinato indirizzo, indicandoci svolte e scorciatoie. Non consentono di fare altro, se non seguire il percorso calcolato. Non permettono di modificarlo, né creare itinerari da parte dell’utente.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

I navigatori portatili invece sono utilizzati per tutte le attività outdoor, come il trekking, l’escursionismo, la mountain bike, il running e il fitness. Il consiglio è di orientarvi in questa direzione.

Perché avere un Gps.

  • Sicurezza: è bello uscire in bici, ma ancora più bello è riuscire a tornare casa. Con un Gps riuscirete a seguire un itinerario prestabilito e ad avere dei punti di riferimento. In questo modo perdersi sarà impossibile.
  • Condivisione: con un Gps potremmo condividere con i nostri amici gli itinerari più belli e interessanti che abbiamo fatto.
  • Pianificazione: certo, si perderà un po’ il brivido dell’imprevisto, e forse qualcuno dei più selvaggi tra voi storcerà il naso, ma con un Gps potrete pianificare un itinerario a tavolino, che sia l’uscita di una giornata o la vacanza di una settimana.
  • Ottimizzazione dei tempi: visto che il tempo è sempre pochissimo, meglio cercare di evitare di perderlo pedalando in un brutto posto tra cemento e asfalto.

Gps per la bici.

Se vi interessa utilizzare un Gps per una bici orientata, la scelta deve essere verso uno strumento che non abbia troppe funzioni particolari, ma che abbia invece caratteristiche pratiche come un display grande, cosa particolarmente utile quando pedalate. Infatti è importante riuscire a recepire tutte le informazioni necessarie senza dovervi distrarre troppo dalla strada. Alcuni strumenti sono dotati poi di cardiofrequenzimetro, contatore di pedalata e altre funzioni per impostare l’allenamento. Tra le funzioni più “ludiche” di un Gps ci sono quelle che fanno riferimento ai percorsi, ovvero tracciarne di nuovi oppure seguire quelli tracciati da altri.

Se avete già le idee chiare, oppure se state cercando un negozio specializzato che vi possa anche seguire nell’acquisto, troverete tantissime possibilità su Internet, e magari comprare online accessori Garmin, una delle principali aziende produttrici di Gps. Infatti, è importante fare attenzione anche ai costi, non sempre si pedala su superfici lisce, come l’asfalto. Se utilizzate il Gps in MTB o su una bici ammortizzata dalla forcella arriveranno tantissime vibrazioni, e il Gps li avverte tutti. Questo, unito al rischio scivolata, dovrebbero farvi preferire un prodotto dal costo contenuto.