Lo ammetto, non adoro WhatsApp, ma non posso non parlare di questa interessante notizia: le chiamate VoIP di WhatsApp stanno arrivando ufficialmente.

Le chiamate funzionano con l’ultima versione di WhatsApp, la 2.11.528, già disponibile sul Play Store, ma non sono attive di default, tuttavia c’è una procedura semplicissima per attivarle.

La via più semplice, in realtà, è quella di farsi chiamare da qualcuno che ha già attiva la funzione, purtroppo però, il server è andato in down a causa di tutte le chiamate effettuate (stiamo sempre parlando di WhatsApp 😀 ); l’altro metodo, funziona solo per coloro che hanno i permessi di root.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

Hai i permessi di root? Sì? Bene, ecco come attivare le chiamate WhatsApp

Innanzitutto bisogna aggiornare WhatsApp, che, come anticipato, è già sul Play Store, ma puoi anche servirti di apkmirror. A questo punto, tramite un buon file explorer (vi consiglio ES Fie Explorer) recati nel seguente percorso: /data/data/com.whatsapp/shared_prefs/

Arrivati a destinazione, bisogna modificare (o aggiungere) una stringa nel file com.whatsapp_preferences.xml.
Cerca <boolean name=”call” value=”false” /> quindi cambia il valore da falsetrue, salva il file e riavvia il dispositivo. Se la stringa non è presente, puoi aggiungerla manualmente. Io ho dovuto aggiungerla.

come-attivare-le-chiamate-whatsapp-inthebit come-abilitare-le-chiamate-whatsapp-inthebit-1

Al riavvio, aprendo WhatsApp, dovresti vedere una nuova tab sulla sinistra, ovvero CHIAMATE. Purtroppo il metodo non funziona su tutti i dispositivi, diciamo che funziona nel 70% circa.
Nel mio caso, vedo la nuova tab, ma non posso chiamare alcun numero: probabilmente i miei contatti non hanno ancora aggiornato WhatsApp o forse a causa del server in down.
Secondo alcune voci su XDA, le chiamate funzionano bene, l’audio è buono, spero di poter provare presto la nuova funzione. In caso di novità, aggiornerò l’articolo.

Voi siete riusciti a far funzionare le chiamate? Fateci sapere