Questa settimana ho voluto testare un nuovo launcher, che si trova ancora in versione beta e non disponibile al download in Italia. Sto parlando di Everything Home, un nuovo launcher che cambia il modo di ricerca del nostro dispositivo. Graficamente parlando, Everything Home può sembrare un normale launcher, molto simile a quello stock, però la novità sta nella dinamicità di questo launcher.

Smart folder

Innanzitutto diamo un’occhiata all’organizzazione delle app. Al primo avvio, Everything Home raccoglie tutte le applicazioni in cartelle – smart folder – sulle schermate, divise per genere (Social, Games, Music, TV, Weather, etc). Ovviamente non è il primo launcher a fare ciò, ma la novità sta all’interno delle cartelle. Aprendo una cartella, questa avrà uno sfondo a seconda della categoria e, oltre alle nostre applicazioni, collegamenti ad altre app o siti inerenti alla categoria!
L’organizzazione automatica avviene anche quando siamo noi a creare delle cartelle, sovrapponendo le applicazioni. Alla cartella creata sarà automaticamente assegnato un nome e un’immagine in base al contenuto e verranno aggiunte anche le applicazioni simili (questo potrebbe risultare fastidioso in quanto se volessimo creare una cartella con solo alcune applicazioni dovremmo poi rimuovere singolarmente tutte le altre aggiunte in automatico dal launcher). Infine possiamo rinominare la smart folder, cambiare lo sfondo con centinaia di immagini disponibili e inserire widget all’interno!

everything-home-movies everything-home-sports
everything-home-weather everything-home-weather-widget everything-home-news everything-home-news-widget

Home

Un altro aspetto interessante è la home dinamica. Per primo l’ora che si trova in basso, sopra la dock. Ci viene mostrato l’orologio ma con uno swipe verso l’alto (o tramite la pressione del tasto home), l’ora si sposta verso su mostrando le 4 applicazioni più usate di recente! Possiamo scegliere di non mostrare una determinata app o di mostrarla nella home tramite la pressione prolungata.
In alto troviamo invece la casella di ricerca, questa però si differenzia tanto dalla classica casella di ricerca Google, anzi è il punto forte del launcher. Infatti scrivendo, o pronunciando, una parola, in tempo reale cambierà lo sfondo e ci verranno mostrate applicazioni (installate e non), siti internet, siti che potrebbero contenere la parola, etc.

Il canale Telegram di InTheBit con le migliori offerte techle migliori offerte tech

Per esempio: nel caso cercassimo un artista o un gruppo, appariranno le applicazioni installate (se il nostro dispositivo contiene qualche brano inerente alla ricerca), quindi lettori mp3, e siti su cui possiamo comprare o ascoltare (anche gratis) tutti i brani dell’artista!

everything-home-ora everything-home-app everything-home-google
everything-home-google+ everything-home-maps everything-home-linkin-park
everything-home-pink everything-home-pizza

Conclusione

Non è facile trarre una conclusione per questo launcher, poiché è ancora in versione beta e non disponibile in Italia, quindi alcune ricerche possono non soddisfarci. C’è da dire però che introduce una gran novità mai vista prima su altri launcher e che potrebbe migliorare nelle prossime versioni. Inoltre come consumi è un po’ alto, si aggira sui 115 MB di RAM, ma ripeto è una versione beta. Aspetteremo la versione definitiva per l’Italia per vedere il comportamento!